Contatti
A tema - Letterari - A scarto - Intrusi - Bowling - Crucianagrammi - Definizioni in serie

ANAGRAMMI LETTERARI

ADSO
D’un tratto alcune finestre si spezzarono come premute da una forza interna, le scintille uscirono all’aperto punteggiando di luci vaganti il buio della notte. Il vento, da forte era divenuto più leggero, e fu sventura, perché forte avrebbe forse spento le scintille, leggero le trasportava eccitandole, e con loro faceva volteggiare nell’aria brandelli di pergamena, resi esili da una interna face. A quel punto si udì uno schianto: il pavimento del labirinto aveva ceduto in qualche punto precipitando le sue travi infuocate al piano inferiore, perché ora vidi lingue di fiamma alzarsi dallo scriptorium, anch’esso popolato di libri e di armadi, e di carte sciolte, distese sui tavoli, pronte alla sollecitazione delle scintille. Udii delle grida di disperazione, provenire da un gruppo di scrivani che si mettevano le mani nei capelli e ancora divisavano di salire eroicamente, per ricuperare le loro...

Questa frase è tratta da Il nome della rosa di Umberto Eco.

Anagrammate le parole sottolineate nel testo (verbi solo all’infinito o participio), aiutandovi con le griglie sottostanti: con le soluzioni corrette le 19 lettere che si troveranno nelle caselle evidenziate, prese nell’ordine opportuno, sono quelle che vi consentiranno di completare la frase.

 

AnagrammaVersi_p.jpg

VAI ALLA SOLUZIONE


Pubblicato su

Questi rompicapo possono essere stampati o copiati solo per uso personale e non possono essere riprodotti in nessun'altra forma senza il permesso scritto di studiogiochi. © studiogiochi 2022 logoCopyright